sabato 7 aprile 2012

Recensione Testa Calda

Era da un pò che attendevo questa notizia. Evviva!!!. Sul sito della Dreamspinner Press, tra oggi e ieri, sono stati resi noti altri due titoli disponibili dal 24 Aprile e dal 01 Maggio (Festa dei Lavoratori) e sono rispettivamente "Dolcemente" di J.R. Loveless e "Nuvole e Pioggia" di Zahra Owen. Tra l'altro il primo è tradotto da Ernesto Pavan, lo stesso traduttore di Testa Calda, romanzo, appunto, che recensisco ora. Colgo l'occasione per complimentarmi per la buona traduzione fatta, sebbene non priva di errori. 

Già che ci sono vorrei anche aprire una piccola parentesi sul fronte cinema. Ieri, 06 Aprile, è uscito "Good as You", un film gay italiano che, non nascondo, mi suscita qualche perplessità per via degli innumerevoli stereotipi inseriti (mi è bastato il trailer per notarlo), ma forse va bene per farsi quattro risate senza dar troppo peso alle cose. In ogni caso cercherò di andarlo a vedere e se ci riuscissi potrebbe essere la prossima recensione che pubblicherò.

Nel frattempo....
 
TRAMA
Dal mese di settembre, il pompiere di Brooklyn Griff Muir ha lottato contro i suoi sentimenti impossibili nei confronti del suo migliore amico e partner alla Scala 181, Dante Anastagio. Sfortunatamente, Dante è proprio un tipo da ragazze e il Dipartimento dei Vigili del Fuoco di New York non è tenero nei confronti dei gay. Per dieci anni, Griff ha celato il proprio cuore fra eroismo pubblico e angoscia privata.
La cautela di Griff e la sfacciataggine di Dante li rendono una squadra invincibile. Non c'è niente che Griff non farebbe per proteggere il suo compare... Fino a quanto un Dante sull'orlo della bancarotta non propone la soluzione peggiore possibile: HotHead.com, un sito porno dove degli stalloni in uniforme fanno cose sconce. Dante vuole che loro appaiano su quel sito – insieme. Griff potrebbe dover tenere d'occhio il proprio cuore e vivere le sue fantasie più oscure davanti alla telecamera. Riuscirà a salvare l'uomo che ama senza distruggere le loro carriere, le loro famiglie o la loro amicizia?

RECENSIONE
Posso dire di scrivere questa recensione a mente fredda perché sono passate alcune settimane da quando ho concluso il romanzo. Per certi aspetti l'ho trovato migliore del precedente, sul genere, che ho letto, quello della Calmes, ma nel complesso non mi ha del tutto convinta, chissà, forse perché è il primo di una serie e quindi ha svolto il ruolo di introduzione.
Il protagonista è Griff, un pompiere di New York innamorato da quasi dieci anni del suo migliore amico e collega, Dante. La passione del primo rimane celata fino a che il secondo, economicamente disperato, non gli chiede di farsi filmare mentre fanno sesso insieme per un sito porno, Hot Head.com. Griff inizialmente è  sconcertato dalla proposta perché teme che così facendo i suoi sentimenti per Dante verrebbero a galla, rischiando l'amizia e anche il posto di lavoro, visto che l'omosessualità tra i vigili del fuoco non è ben accettata. Il romanzo, nella parte iniziale, non manca di omaggiare il lavoro che tutti i pompieri, e le forze dell'ordine in generale, hanno svolto in occasione della caduta delle Torri Gemelle.
Per quanto riguarda le critiche negative, comincio dal linguaggio utilizzato dall'autore, piuttosto rozzo e talvolta rasente il volgare. Ho capito che è un uomo che descrive una storia dove i personaggi principali sono uomini che si vogliono presentare "rudi", ma forse un vocabolario un po' più pulito, in alcune parti, sarebbe stato meglio. Preciso comunque che la cosa non è che mi abbia dato molto fastidio, però certe espressioni andrebbero evitate.
Poi, ho capito che il romanzo vuole essere di genere erotico, tuttavia definirlo tale è un eufemismo in quanto si avvicinava più al porno, per via delle descrizioni di rapporti sessuali molto dettagliati ma soprattutto, e qui riprendo il punto sopra, per i termini utilizzati, da "scaricatore di porto".
Come ho già detto, il libro non mi ha convinta del tutto. A tratti l'ho trovato un po' prolisso, soprattutto perché ho atteso molto affinché Griff si decidesse a confessare i suoi sentimenti a Dante. Ci sono volute molte pagine, molti pensieri ben poco casti da parte del protagonista e alcuni malintesi prima della rivelazione che, per fortuna, non è stata scontata e prevedibile.
Dopo il fantomatico punto di svolta, le cose hanno iniziato a migliorare sempre più, tanto che ora mi aspetto un seguito decisamente migliore di questo primo romanzo.
Una cosa che ho molto apprezzato è l'assenza dei spesso immancabili stereotipi sulle coppie omosessuali. A me questi danno fastidio e sono capaci di rovinare una lettura altrimenti molto piacevole, come del resto è successo un po' con la Calmes, con "Scelta del Cuore" (ripeto che comunque mi è piaciuto). Non mi ritengo un'esperta del genere ma ho notato di preferire gli scrittori piuttosto che le scrittrici, proprio perché nei primi credo ci siano meno luoghi comuni. Tutto dipende dal modo di pensare e vedere di alcune donne, in quanto magari eterossessuali non riescono ad immergersi appieno nella situazione reale delle cose. Ok, questa è una mia opinione che sto cercando di verificare, nei limiti del possibile. In ogni caso ho deciso di leggere ogni opera indipendentemente dal sesso della persona che la scrive.
Concludendo, spero che questo romanzo faccia da apripista ai successivi, ancora tutti da pubblicare, e quindi di trovare un crescente miglioramento. Nonostante tutte le critiche, il libro letto della Calmes mi è piaciuto un po' di più.
VOTO: ***1/2

 Titolo: Testa Calda
Autore: Damon Suede
Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 372
Prezzo: $ 6,99

10 commenti:

Chagall ha detto...

Io l'ho iniziato, ma sinceramente non sono riuscito a finirlo. xD
Non so, sinceramente non trovo fosse il miglior titolo da tradurre.

katia860 ha detto...

Il problema, almeno secondo me, è che fatica veramente ad arrivare al nocciolo della quesione e quando ci arriva... beh, per alcuni è troppo tardi. In ogni caso verso la conclusione un pò migliora.

Barbara ha detto...

Questo non lo conosco e non l'ho preso da leggere.
Io resto dell'idea che alcuni libri potrebbero non tradurli e valutare un po' meglio quelli più interessanti e meglio scritti...

Chagall ha detto...

Tra l'altro l'autore insiste sull'origine italiana di uno dei personaggi, sfornando una serie di luoghi comuni abbastanza tristi.

katia860 ha detto...

Beh, luoghi comuni? qualche piccolo stereotipino italiano c'è ma niente di grave. Quello della Calmes a confronto ne è pieno (non di quelli italiani).

Per quanto riguarda le scelte... beh, si, in effetti un pò più di attenzione ci vorrebbe... ma non conviene lamentarsi tanto, questo è già un ottimo servizio che la casa editrice offre.

queenseptienna ha detto...

Pace e bene, sono l'editor del romanzo. "Editor" è una parola grossa, perché non ho avuto molta voce in capitolo e... si vede.
Personalmente (dopo aver riletto 5 o 6 volte il romanzo per necessità *piange sangue*) non l'ho trovato male e vorrei aggiungere un "GRAZIE A DIO NON ARRIVA SUBITO AL NOCCIOLO DELLA QUESTIONE" perché gente, io non so se avete letto altri libri della DSP, ma di leggere ad ogni pagina di gente che fa sesso... EEEW.
Il buon Dante è invece un enorme stereotipo... ma vabbé, lasciamo correre, a quanto pare in italia sono tutti o siciliani o napoletani.

Chagall ha detto...

@ queenseptienna:
Ahahahah xD Hai ragione.

katia860 ha detto...

@ queenseptienna: in effetti i romanzi della DSP tendono ad essere molto espliciti comunque più che arrivare subito al sodo il problema è che forse sarebbe meglio lasciare un pò all'immaginazione del lettore e non dedicare pagine e pagine alla descrizione del rapporto sessuale.

P.S. Va beh, queenseptienna ha già ritirato il premio (vado al rilento nell'avvisare i blogger) comunque volevo dire che ho premiato Men's Tales con il Dardos & My Beautiful Blog award: http://welcometobookland.blogspot.it/2012/04/dardos-my-beautiful-blog-award.html
:)

Barbara ha detto...

@Katia 860: Concordo con te. Alla fine le storie sono fatte per arrivare al sodo, il "problema" è che sì, pagine e pagine di rapporto sessuale potrebbero essere comodamente dimezzate :)

Grazie di cuore per il premio, sei sempre tanto gentile <3 Queenseptienna collabora con il blog, anche se non attivamente negli ultimi mesi :)

neyven.com ha detto...

Io il romanzo l'ho tradotto e sono d'accordo con Queenseptienna XD

Precisazione per quanto linguarda il linguaggio volgare: Testa calda è stato tradotto in un momento in cui noi traduttori della DS eravamo lasciati un po' a noi stessi, senza vere linee guida. Ognuno traduceva termini come "cock", "dick", "ass" più o meno come voleva. Negli ultimi tempi le cose sono cambiate, per cui aspettatevi traduzioni meno "volgari" ^_^

Posta un commento